viaggio alla cattedrale di Chartres! Comunicazione operativa.

CIAO  ANNAMARIA

TI INVIO DI SEGUITO LA PROPOSTA DI VIAGGIO

Ricevo da Laura che ringrazio la proposta di viaggio.

 

-          VOLO RYANAIR

 

11 OTTOBRE BERGAMO BEAUVAIS  PARTENZA ORE 06.30 ARRIVO ORE 08.10

 

12 OTTOBRE BEAUVAIS BERGAMO PARTENZA ORE 22.30 ARRIVO ORE 23.50

 

-          SOGGIORNO

 

HOTEL HOTELLERIE SAINT YVES

 

OPPURE

 

HOTEL IBIS CHARTRES CENTRE CHATEDRAL

 

 

Cattedrale di Chartres. Si parte davvero!

 - Teseo uccide il Minotauro,  mostro dalle sembianze umane e dal volto taurino, dentro il labirinto di Cnosso ed esce dal Dedalo  guidato dal filo rosso di Arianna.  -


Così narra il mito greco, il cui significato è attuale e  potente, si sconfigge la mostruosità maschile e ci si libera da essa condotti dalla delicatezza femminile. Basta un filo.


La scena stava dentro una placca di bronzo, al centro del labirinto di Chartres, rimossa e fusa nel 1792, durante le guerre napoleoniche, i fermi metallici sono ancora visibili nella pietra.

Le case raccontano….ed io con loro, al costo di una pizza e una coca.

Interni antiquari, musei, chiese, paesaggi bellissimi sempre diversi, città in Europa e nell’altra parte del mondo, luoghi affascinanti: New York, Roma, Parigi, Bruxelles, Anversa, Stoccolma, da una fiera all’altra,  da un mercato all’altro, ho viaggiato molto per lavoro ed imparato moltissimo. Ho mangiato panini preparati al momento in ambienti che proprio tanto eleganti e puliti non erano, nell’estemporaneità dei mercati di poche ore, che esigono corse affannate alla ricerca di quel pezzo prezioso tra un mare di oggetti il più delle volte anonimi.

Le case raccontano….ed io con loro, al costo di una pizza e una coca.

Interni antiquari, musei, chiese, paesaggi bellissimi sempre diversi, città in Europa e nell’altra parte del mondo, luoghi affascinanti: New York, Roma, Parigi, Bruxelles, Anversa, Stoccolma, da una fiera all’altra,  da un mercato all’altro, ho viaggiato molto per lavoro ed imparato moltissimo. Ho mangiato panini preparati al momento in ambienti che proprio tanto eleganti e puliti non erano, nell’estemporaneità dei mercati di poche ore, che esigono corse affannate alla ricerca di quel pezzo prezioso tra un mare di oggetti il più delle volte anonimi.

una nuova coscienza!

Come non pensare in questo tempo d’estate, con la città deserta, i negozi vuoti, la gente che neppure si vede, a quando l’economia non era una parola da incubo ma una condizione di sano intreccio tra la vita di ognuno e la  partecipazione alla vita di tutti attraverso il lavoro.

una nuova coscienza!

 

 

 

Come non pensare in questo tempo d’estate, con la città deserta, i negozi vuoti, la gente che neppure si vede, a quando l’economia non era una parola da incubo ma una condizione di sano intreccio tra la vita di ognuno e la  partecipazione alla vita di tutti attraverso il lavoro.

Femminicidio. Che fare?

 


Una parola che occupa spesso le prime pagine dei giornali e sulla quale sappiamo ormai tutto, il copione è sempre lo stesso:  una donna che abbandona, un uomo abbandonato, un epilogo tragico. Piango  ogni volta che leggo di donne strappate alla vita  da chi diceva di amarle, di figli che, senza colpa, non sono protetti dall’odio.

Un bambino, un insegnante, una penna e un libro possono cambiare il mondo!

 


Sono le parole della piccola Malala Yousafzai nel giorno del suo sedicesimo compleanno presso le Nazioni Unite a New York.


Le sue parole abbattono muri millenari, uniscono come quei punti di rammendo invisibili che ricostruiscono una trama ormai lacerata, attraversano confini mentali, superano pensieri ammuffiti per approdare ad una nuova visione del mondo.

Pagine

Abbonamento a www.rosantico.eu RSS