Parlando di orchidee a casa di Luisa. Martedì 15 novembre, primo pomeriggio.

Misteriose, affascinanti,  indecifrabili, il rapporto con loro si declina in una storia d’amore straordinaria. Da milioni di anni sul Pianeta, presenti a tutte le latitudini, ancora la loro origine è sconosciuta, sono spesso chiamate:  figlie dell’aria, figlie del cielo, figlie degli dei.

E delle divinità hanno le sembianze: eteree, sublimi, con  una vita che supera le  normali barriere del tempo botanico, intrise di un’energia molto forte  evidenziata dalla lampada Kirlian, sì quella che misura i piani sottili.

Le antiche leggende del mondo parlano del loro uso in amore, il loro impiego favorisce la seduzione. I giovani Zulu ne fanno uso fin dai tempi remoti …

Esotismo ed esoterismo, spiritualità, con queste parole  i poeti, i filosofi, i visionari ne hanno interpretato la vita, ognuno di loro ha aggiunto un tassello ma ancora il quadro è incompleto.  

Nel grande mistero della Natura le orchidee tracciano un ponte tra il regno animale e quello vegetale e nella geografia del Pianeta colmano le differenze tra oriente e occidente. L’origine è in comune  e la storia inizia nel paese di Nod ad oriente di Eden…(Genesi 4)

Un viaggio nel tempo e nello spazio, tra cultura di oggi e quella di ieri, partendo dalla nobile bellezza di un fiore. Acqua, luce, aria ma soprattutto amore e libero pensiero.

Annamaria Beretta

P.S. : chi volesse partecipare mi contatti. Grazie.