Un viaggio fantastico. Dove? Nel passato remoto. Venerdì 2 dicembre all'istituto tecnico di Palazzolo.

Un viaggio fantastico. Dove? Nel passato remoto. Venerdì due dicembre all’istituto tecnico di Palazzolo.

Gli scavi di Ninive portano alla luce l’intera biblioteca  appartenuta al re Assurbanipal, perfettamente conservata, composta da migliaia di tavolette d’argilla, dove con una scrittura cuneiforme, la più antica mai conosciuta al mondo, si racconta la storia della creazione della Terra e dei suoi abitanti. Mito ci è stato detto da chi ha interesse che la realtà venga sempre occultata e vuole dare risalto esclusivamente  alle proprie parole.

Ma ciò che è scritto nei testi sembra trovare conferma negli studi attuali dei genetisti molecolari, loro lo chiamano Dna spazzatura, ed è quella minima differenza che ci separa dai primati, che non trova spiegazioni plausibili se non nella manipolazione genetica, ad opera di chi? E come? Quando? Una costola o la cresta iliaca dove stanno le cellule staminali? creazione o clonazione? Dai Lulu creati in Zimbawe agli Adami del Gan Eden mesopotamico… fino alla loro capacità di procreazione e per questo scacciati. No,  niente peccato originale solo una constatazione post evento. Hanno mangiato il frutto? Mela? No, nessuna mela. – Cari signori non era questo l’accordo fuori di qui. -

La storia è affascinante e seguendola passo  dopo  passo così come è dettagliatamente scritta sulle tavolette d’argilla ci si rende conto dove le religioni hanno pescato a piene mani e manipolato a loro uso e consumo concetti  e principi che erano ben diversi, molto più semplici e chiari.

Anunnaki o Elohim termini che hanno lo stesso significato  ambedue  con declinazione al plurale,  chi vuole dare un altro senso deve faticare tantissimo,  alla fine  stremato deve ricorrere alla categoria del  mistero, parola magica che copre i vuoti di conoscenza.

No nessun mistero la storia è lì evidente e se vogliamo fare finta anche molto credibile, di certo sconfessa  coloro che hanno la verità assoluta e la spacciano ormai con poco successo.

Un itinerario nelle  epoche  remote quando Tiamat, il nostro pianeta entra in rotta di collusione e dallo  scontro nascono la Terra e la Luna e la fascia degli asteroidi. Fantascienza? Fate voi è un racconto di seimila anni fa dove fanno capolino con astronomica esattezza i pianeti:  Urano, Plutone, Nettuno scoperti solo in tempi recenti.

Venerdì due dicembre incontrerò i ragazzi di un istituto tecnico a Palazzolo. Studiate, mi permetterò di dire loro, perché le verità sono tante e sempre relative ed è la conoscenza che porta alla libertà di pensiero.

Annamaria Beretta

www.eterneveritàchannel.weebly.com