Cronache da un mondo vivace!

Mi fa sorridere Papa Francesco, no non voglio essere irriverente e neppure distruggere la fede, chi ce l’ha se la tenga ben stretta, ma il Papa che parla al clero è molto diverso da quello che si presenta alle folle.

E’ infastidito lo si vede,  usa termini inusuali, le domande che gli vengono poste sono su per giù  sempre uguali:  - siamo in pochi, invecchiati, non ci sono vocazioni … e lui risponde, a una suora – non siate accidiose e a un prete – mi sembrate zitelloni.  - E l’assemblea clericale ride.

Credo che lui  da buon gesuita, insieme ai colleghi gesuiti abbiano capito che la barca va a fondo e se si vuole mantenere la rotta bisogna correggere il tiro. E’ un affare importante la Chiesa.  

Avranno convenuto che la religione ha bisogno di un restyling profondo, così com’è non attrae più nessuno,  basta con le Madonne vergini che neppure San Paolo l’ha mai affermato, tanto da scrivere: Gesù è nato da donna secondo la legge. L’eucaristia non è da difendere strenuamente come fanno i suoi nemici, quelli dei dubia,  e tutti gli altri che si sono accodati in una lunghissima reprimenda filiale, ora si parla di difesa del Pianeta e,  sulle mura del suo palazzo,   ha fatto scorrere gigantesche  immagini di animali. Si aggiunge un po’ di politica sociale, una strizzatina d’occhio a Lutero e il nuovo pacchetto è pronto.

-          Non esiste il dio cattolico -  dice il Papa, gli fa eco Arturo  Abascal  Sosa padre generale dei gesuiti con un  nome che sembra uscito dalle pagine di  Tex Willer:  -  se Gesù ha parlato non sappiamo cosa ha detto,  al tempo non c’erano i registratori. 

Monsignor Ravasi viene sorpreso in una danza della Madre Terra e Arturo Abascal  Sosa seduto nella posizione del loto tra i monaci buddisti rapito in una meditazione collettiva.

Nel simpatico  modernismo, c’è un piccolo problema, quello sì davvero irrisolto, anche se i Gesuiti faranno un congresso globale, in questi giorni,  il primo sulla pedofilia,  i preti pedofili continuano a imperversare, l’ultimo della serie  è monsignore Carlo Capella, su di lui incombe un mandato di arresto dal Canada per possesso e distribuzione di materiale pedopornografico.  

Essendo nunzio apostolico rappresentava il   Papa in America, ora è al sicuro  tra le mura leonine, rientrato di fretta grazie all’immunità riservata al corpo diplomatico.   

Che dire? No,  non ci siamo.

Annamaria Beretta

P.S.: Lunedì e giovedì dalle 15 alle 17 ci si vede nella casa del cielo di Rosa in via Manzoni, 2 a Brescia, nessun incontro solo parole più  da vicino. Chi vuole può portare fogli, matite, pennelli e colori. Io porto i miei acquarelli. Rosa Persini ci apre la casa.