I predicatori d'odio. Ieri come oggi.

Marco Ambibulo, dopo aver onorato i lari e i penati custoditi nel  tempietto di casa è diretto all’ufficio del pretorio, da dove partono le missive per tutto il mondo. La posta è celere si serve di tanti mezzi, la destinazione è raggiunta per mare o per terra, dipende dalle condizioni del tempo ma la consegna è sempre garantita.

  • Lettera al figlio?
  • Sì, è tutto per mio figlio.

Marco Ambibulo consegna all’anziano  militare preposto il suo prezioso involucro. Si conoscono ormai da tempo ed è norma scambiare qualche parola.

  • Siamo fieri di questi nostri ragazzi, caro Marco Ambibulo,  che fanno la grandezza di Roma, che sottostanno alle regole  non come certi impulsivi che non hanno interesse alla vita pubblica, anzi fanno di tutto per demolirla.  Stanotte ci sono stati nuovi tafferugli e i nostri valorosi milites hanno arrestato un giovane di nome  Chrestos, un fanatico di razza giudea, un predicatore d’odio.  Spero che l’imperatore ora prenda dei provvedimenti seri. Non si può andare avanti così…
  • Come l’hai saputo?
  • Direttamente da Pallante, Marco Ambibulo, sappiamo tutti a Roma che è il consigliere più influente dell’imperatore, ancora più di Narcisso e Callisto.  Bisogna allontanare gli invasati, li conoscete uno ad uno,  un foglio di via e non devono più mettere piede in questa città.  Glie l’ho detto chiaro. Guarda che i romani sono stanchi e con la troppa condiscendenza finiamo male. Questi tra un po’, se li lasciamo fare,  ci imporranno il loro punto di vista.
  • Se hai detto tutto questo a Pallante sono sicuro che l’imperatore ne terrà conto.

Solo una settimana dopo questi fatti, l’imperatore di Roma Tiberio Claudio Cesare Augusto firma un ordine di espulsione di alcuni giudei che: “istigati dall’impulsore  Chrestos sono perennemente in lotta…” Tra i nomi di coloro che sono estromessi figurano Aquila e Priscilla, una coppia di tessitori…

(Immanuel capitolo 27)

E la storia si potrebbe ripetere. 

Sabato 29 settembre al parco dell'acqua alle ore 17 in largo Torrelunga presento il mio libro Immanuel.